my-beauty-routine-skincare-viso-mattino-antiage-dorothy-danielle-iloveremunni

My Beauty Routine – SKINCARE mattino per il viso – Inverno 2022

Torna la rubrica My Skincare routine, che da oggi si chiama My Beauty Routine perché non parla solo di skincare.
Si tratta di un viaggio a cadenza trimestrale, in cui accompagno i lettori alla scoperta della mia skincare routine per il viso – mattina e sera, questa volta divisa in due articoli – mentre l’ultima parte è rivolta a tutte le abitudini che implemento su me stessa per mantenere un approccio antiage a tutto tondo: sarebbe inutile arrivare a ottant’anni con i visi da trentenni, se nel frattempo abbiamo lasciato per strada il corpo e la mente.

Come sempre, la lista di prodotti che trovi nella mia skincare routine è una selezione tra i prodotti di skincare che sto utilizzando di più (magari prodotti già conosciuti che ho BISOGNO di usare) e trattamenti che sto testando in questo periodo per la prima volta.

Questa prima parte è dedicata alla mia Skincare routine viso del mattino.
Focus: antiage con antiossidanti.
Poiché l’ultima rubrica analoga risale al 2018, vorrei fare un piccolo regalo, spero gradito, svelando in questo articolo anche le possibili sostituzioni dei trattamenti che io stessa alterno al mattino a seconda delle necessità.

Le solite istruzioni per l’uso.
Se vuoi trarre ispirazione dai prodotti che uso, c’è una domanda fondamentale che dobbiamo farci: la mia skincare routine è adatta a te?
Scoprilo leggendo questo semplicissimo schema, in base al tuo tipo di pelle, e comunque fai riferimento alle descrizioni dei singoli prodotti!

  • Hai la pelle grassa o impura?
    Se odi sentire i prodotti sul viso, se usi tanto fondotinta oppure hai meno di 20 anni… è molto probabile che la mia skincare routine sia troppo pesante per te. Soprattutto gli oli e le creme, se non utilizzati nel modo corretto.
    Scegli i prodotti che segnalo come leggeri, prova soprattutto la skincare routine per la pulizia.
    Alla pelle grassa sconsiglio l’uso di fondotinta compatti o troppo coprenti, perché appesantiscono ulteriormente la pelle e non permettono di completare una skincare adeguata.
  • Hai la pelle normale/mista?
    Probabilmente la mia skincare routine ti piacerà.
  • Hai la pelle secca?
    Evita i prodotti dove segnalo apertamente il rischio di un effetto disidratante o che indico esclusivamente per pelle grassa e impura.
    Il resto va bene anche per te. Se scegli un idratante senza quota grassa, ricorda di applicare insieme (o subito dopo) anche un trattamento nutriente che ripristini la barriera idro-lipidica.

my beauty ROUTINE – antiage focus

skincare mattino

❄ pulizia viso / tonico

my-beauty-routine-skincare-viso-mattino-antiage-dorothy-danielle-iloveremunni

URIAGE Eau Thermale questa (150 ml) o questa (300 ml), a seconda di quale trovo disponibile.

L’inverno per me è sinonimo di retinoidi, per cui la mia pelle è sempre a rischio disidratazione, secchezza e sensibilità, se non adotto ogni precauzione possibile.
A volte, per le pelli sensibili, utilizzare un detergente anche di mattina può essere ridondante, inutile o perfino dannoso, se questo annulla la calma ottenuta durante la rigenerazione notturna della pelle.
Se la detersione del mattino provoca rossori, bruciori o fastidi – anche utilizzando prodotti delicatissimi – la soluzione migliore è assecondare ciò che la cute richiede: si può spruzzare l’acqua termale  – ma va bene anche un idrolato lenitivo o un tonico idratante delicato – sia sul viso sia su un dischetto di cotone, da passare con delicatezza su tutto il volto.

Questa pulizia risulta più che sufficiente a rimuovere eventuali cispe dagli occhi, dove può essere utilizzata senza problemi, e residui della skincare serale.
Se hai una pelle che fa fatica a rigenerarsi, risulta disidratata o reagisce male alla detersione del mattino, questa soluzione fa per te.

Se la tua pelle non è molto sensibile e preferiresti usare un tonico, quello che troverai nella skincare routine serale va benissimo in sostituzione dell’acqua termale.

  • Si può usare l’acqua di rubinetto? Se vivi in una zona in cui l’acqua ha pochissimo residuo calcareo, certamente.
  • Che dischetti usi? – Per una questione ecologica, a questo scopo mi piace usare i dischetti lavabili. Nel Calendario dell’Avvento di Macrolibrarsi ho trovato questi ricamati di Elbi Design, davvero belli, che alterno con l’ottimo quadrotto di Avril, con cui mi trovo bene, costa meno ed è un pochino più delicato, perché double face: un lato in spugna (tipo asciugamano) e uno in mollettone (panno felpato).

❄ maschera

my-beauty-routine-skincare-viso-mattino-antiage-dorothy-danielle-iloveremunni

HELAN maschera gel lenitiva rinfrescantequesta

Se ho un pochino di tempo, questo è il momento perfetto per applicare una maschera viso.
Questa di Helan mi sta piacendo perché non sporca i capelli, lenisce i rossori, e si rimuove facilmente con un’altra passata di tonico o di acqua termale.
L’azione è idratante e lenitiva, grazie alla combinazione di vitamina B5, liquirizia e glicerina.
Il tempo di posa è di soli 15 minuti, per cui è perfetta mentre guardo il piano organizzativo della giornata o mi dedico alla meditazione, ma anche solo mentre faccio colazione.

❄ trattamento ANTIAGE 1

my-beauty-routine-skincare-viso-mattino-antiage-dorothy-danielle-iloveremunni

THE ORDINARY Argireline 10% – preso sul sito dell’azienda, in Italia si trova da Douglas.

Si tratta di un siero acquoso mono-funzionale, costituito principalmente da acqua, solventi e una puntina del peptide attivo dell’Argireline, l’acetyl hexapeptide-8, che ha un’azione simile a quella del botox da iniezione, ma ovviamente molto più delicato.

Mentre la tossina botulinica iniettata a livello medicale produce spesso dei visi troppo immobili, del tutto inespressivi per via dei recettori nervosi totalmente addormentati, che non permettono neppure una minima contrazione muscolare sulle zone di iniezione, l’Argireline ha un’azione graduale e meno invasiva, scientificamente testata proprio per l’uso al 10%.
Si badi bene: dentro NON c’è il 10% di peptide, ma di Argireline, che a sua volta contiene lo 0,05% di peptide in acqua e solvente.
Personalmente ne prelevo 4 gocce e le massaggio bene solo su fronte e contorno occhi.

Una sola raccomandazione in caso si voglia iniziare ad utilizzare l’Argireline: va utilizzato mattina e sera senza eccezione. Le dimenticanze ripetute si pagano in termini di efficacia.
Costa poco, ma l’impegno e la costanza richiesti sono conditio sine qua non, altrimenti è inutile.
I risultati si vedono solo sulle rughe d’espressione (quelle causate dalla contrazione muscolare del viso) soprattutto sulla fronte e tra le sopracciglia, già dopo un paio di mesi di applicazione costante.
Si possono controllare i risultati ottenuti semplicemente smettendo di utilizzarlo, perché in breve tempo l’espressività ricomincia a lavorare sulle rughette, che tornano presto a peggiorare.

❄ trattamento IDRATANTE

my-beauty-routine-skincare-viso-mattino-antiage-dorothy-danielle-iloveremunni

LA SAPONARIA Eco-Fermentato Attivatorequesto

Poiché l’acqua termale con cui preparo la pelle alla skincare del mattino non apporta un’idratazione duratura, mi è necessario qualcosa di maggiormente umettante, soprattutto in considerazione del trattamento oleoso alla vitamina C che andrò ad applicare dopo.

A tale scopo sto utilizzando il siero Eco-fermentato attivatore de La Saponaria, che idrata molto bene senza appiccicare e senza irritare la pelle – salvo allergie specifiche.
Specifico, tuttavia, che se non avessi trovato questo siero nel Calendario dell’Avvento beauty di Macrolibrarsi, non credo l’avrei acquistato, se non forse per fare un approfondimento sui fermentati (a proposito: può interessare?).

Il prodotto non ha nulla che non va e La Saponaria lavora benissimo, offrendo ingredienti di pregio a prezzi eccellenti.
Tuttavia, la moda dei probiotici e fermentati in skincare, tanto in voga negli ultimi anni, sta spacciando per miracoli degli ingredienti che, alla fine della fiera, sono poco più che idratanti, ottimi per preparare la pelle agli attivi dei successivi trattamenti di skincare e mantenerla idratata durante il giorno, ma nulla per cui mandare in pensione acido ialuronico, urea, PCA, trealosio e tutti gli eccezionali attivi che già conosciamo e che agiscono a diverse profondità.
I fermentati vanno mangiati, da dentro agiscono davvero bene.

L’Eco-fermentato attivatore de La Saponaria può essere una valida alternativa per chi proprio non tollera l’acido ialuronico e vuole provare questi attivi alla moda senza svuotare il portafoglio.

Questo step può essere omesso se si spruzza un buon tonico idratante, ma può essere anche sostituito da una essence coreana o da una maschera in tessuto imbibito.

❄ trattamento antiage 2

my-beauty-routine-skincare-viso-mattino-antiage-dorothy-danielle-iloveremunni

BIOFFICINA TOSCANA Luce di Camelia, Perle di Luce – acquistate qui.

Si tratta di perle monodose contenti il 10% di vera vitamina C, cioè acido ascorbico, che è la sua forma più attiva e biodisponibile.
Poiché l’acido ascorbico si scioglie solo in acqua, ma a quel punto inizia a degradarsi velocemente e si ossida, diventando prima meno efficace e poi addirittura controproducente, bisogna fare in modo che arrivi sulla pelle in condizioni ineccepibili.
L’idea eccellente di Biofficina Toscana è stata quella di disperdere la vitamina C in una crema anidra, cioè composta esclusivamente da sostanze grasse, che a contatto con il calore della pelle si trasformano in un siero oleoso.

In questo modo, l’acido ascorbico si attiverà esclusivamente quando viene spalmato sulla pelle, che consiglio di inumidire – ecco perché il siero umettante! ma anche una spruzzata di tonico va benissimo – prima di spalmare il contenuto della capsula.
In questo modo la vitamina C applicata sarà al massima della sua potenzialità, fresca perché siamo noi ad attivarla al momento dell’uso.
La totale assenza di acqua permette, infatti, la perfetta conservazione dell’acido ascorbico.

Biofficina Toscana consiglia di utilizzare le Perle di Luce di sera, ma personalmente preferisco tenere l’azione antiossidante della vitamina C per il giorno e riservare la sera ai retinoidi, che invece patiscono la luce e agiscono meglio con la pelle a riposo.

Raccomandazioni – l’acido ascorbico, oltre ad essere un potente antiossidante e a stimolare nella pelle molteplici processi di rigenerazione con risultati antiage e anti-macchie, è anche un blando esfoliante, che può NON essere adatto a chi ha una pelle molto reattiva.
Qualora si decida di utilizzarlo, è indispensabile che venga applicata una protezione solare elevata, ogni mattina senza eccezione alcuna.

💞 SOSTITUZIONE

my-beauty-routine-skincare-viso-mattino-antiage-dorothy-danielle-iloveremunni

FITOCOSE Jalus C10 – acquistato qui (e forse gli hanno cambiato confezione)

Quando sono di fretta, oppure quelle mattine in cui non mi sembra che la pelle gradirebbe l’aggressione dell’acido ascorbico, sostituisco i due step precedenti – siero idratante e capsule – con lo Jalus C10 di Fitocose, un evergreen che riacquisto da anni.
La base idratante di acido ialuronico è unita a tre forme stabilizzate di vitamina C – quindi NON acido ascorbico – che si conservano meglio di quest’ultimo, anche in acqua.
L’effetto è meno invadente, ma comunque eccelso perché Fitocose ha selezionato tre forme di vitamina C molto efficaci, tra quelle stabilizzate.
In questo modo si assicura idratazione e protezione antiossidante con un solo prodotto.

❄ contorno occhi

my-beauty-routine-skincare-viso-mattino-antiage-dorothy-danielle-iloveremunni

PALMEA Balsamo contorno occhiquesto

Anche il balsamo contorno occhi di Palmea è, come il fermentato La Saponaria, una sorpresa del menzionato Calendario dell’Avvento.
Si tratta di una crema per il contorno occhi, molto meno pesante di quello che mi sarei aspettata, non grassa, che idrata molto bene e lascia la pelle morbida, nutrita, ma non unta.
La presenza in formula di caffeina ed estratti di alghe è volta ad esercitare un’azione drenante, utile in caso di borse gonfie oppure occhiaie dovute ai residui pigmentati depositati da un microcircolo stanco.
Chi ha la pelle reattiva dovrebbe preferire un prodotto privo di profumazione – per quanto quasi inesistente al naso – e dei relativi allergeni.

Fino a metà gennaio ho alternato questo contorno occhi alle Advanced Ceramide Eye Capsule di Elizabeth Arden, che ho già recensito qui: senza profumazione, sono eccezionali per riparare la pelle sensibilizzata da stress e trattamenti.

❄ trattamento antiage 3

my-beauty-routine-skincare-viso-mattino-antiage-dorothy-danielle-iloveremunni

ETEREA Intensive Antiox Concentrate – acquistato qui (anche lui credo arriverà con la confezione cambiata, d’altronde il mio flacone è ormai praticamente vuoto: per fare la foto l’ho scosso perché il poco prodotto rimasto coprisse l’interno del vetro, così si legge qualcosa).

Il sacro graal degli antiossidanti di supporto: siamo al tipo di prodotti che consiglio nelle consulenze che lo richiedono.
Una delle formulazioni meglio riuscite negli ultimi anni e che resta ad oggi imbattuta.
Tra Acido alfa lipoico, che rigenera gli antiossidanti esausti prolungandone l’efficacia, coenzima Q10, peptidi, vitamina E ed ottimi estratti vegetali ricchi di polifenoli, l’Antiox concentrate fornisce la perfetta squadra per combattere lo stress ossidativo a cui viene sottoposta la pelle durante il giorno.  Eccellente supporto per la vitamina C.

Curiosità inutile: la prima volta che lo acquistai costava di listino 10 euro in più e arrivava in un cofanetto lussuoso. Sono contenta che lo abbiano reso più accessibile semplificando la confezione.

L’unica controindicazione è per gli allergici al profumo (che è divino, da alta profumeria), al benzoato di sodio o agli estratti vegetali. Purtroppo una formula così complessa può effettivamente dare reazioni.
Può essere utilizzato da qualsiasi tipologia cutanea perché si tratta di una crema fluida: la pelle grassa non resta troppo unta e quella secca può sempre aggiungere qualche goccia di olio o una crema nutriente successiva.
Nelle zone secche, a me piace aggiungere burro di karitè (il mio è questo da sempre), che sotto la mascherina non si vede, oppure un velo di crema alla calendula Fitocose (questa), che oltre a nutrire svolge un’ottima funzione calmante e lenitiva.

❄ protezione solare

my-beauty-routine-skincare-viso-mattino-antiage-dorothy-danielle-iloveremunni

ULTRASUN – Extreme Spf 50+ PA++++, che acquisto qui

La mia protezione solare preferita, soprattutto per l’uso quotidiano.
Non è economica, ma dura due anni dall’apertura e, se usata solo per il viso, dura diversi mesi.
Inoltre, l’azienda garantisce tra le 7 e le 10 ore di protezione in condizioni di sole normale, anche per i fototipo 1 come la sottoscritta.
Il vantaggio è pratico: non bisogna preoccuparsi di riapplicare la protezione durante il giorno, che diventa una scocciatura, oltre che un’improbabile pasticcio se si è truccate.
I filtri sono di ultima generazione, con una protezione contro gli UVA elevatissima (PA++++), che quindi protegge molto bene anche contro l’invecchiamento fotoindotto.

❄❄❄

Al prossimo articolo della rubrica, alla scoperta della Skincare routine della sera!
È sempre un piacere per me leggere suggerimenti e commenti di lettori e lettrici, quindi fammi sapere con un commento qual è la tua skincare routine e se hai mai usato qualcuno di questi prodotti.

Grazie per aver letto fin qui! Ricorda di iscriverti alla Newsletter per ricevere ogni settimana sulla tua mail gli aggiornamenti del blog.

Dorothy Danielle 🌺

Desideri una skincare routine personalizzata? SOS SKINCARE – Consulenza Cosmetica personale

30 pensieri su “My Beauty Routine – SKINCARE mattino per il viso – Inverno 2022

  1. Liza says:

    Buonasera Dorothy!Ben tornata!!!!
    Pongo un quesito sul solare. Purtroppo non trovo più in commercio ETUDE HOUSE Mild Airy Finish Sun Milk e l’ho sostituita proprio con ULTRASUN – Extreme Spf 50+ PA++++. Tuttavia, purtroppo, non mi trovo bene, sebbene il prodotto sia qualitativamente ottimo. Ma troppo ricco sulla mia pelle del viso. Hai mai provato qualcosa che si avvicini al solare di Etude House che ho citato e che sia acquistabile in Italia?
    Nel frattempo ti saluto caramente. Liza

  2. Laura says:

    Ciao Dorothy, che gioia leggere le tue beauty routine, sono sempre fonte di conoscenza. L’Argireline 10% l’ho usato per tutta la stagione invernale con costanza “militaresca” e qualche risultato si vede, leggendolo ho scoperto che appena si smette di-crolla tutto! Pazienza d’altronde gli anni non me li leva nessuno. Ho letto in una risposta ad un’altra utente che prossimamente farai un’analisi INCI di Filorga: attendo di leggerla. Ti ringrazio tanto per le precisazioni sul Bakuchiol e comunque il siero che lo contiene è ottimo, quando lo terminero’ voglio provare quello che consigli in questa rubrica anche se con la secchezza della mia vecchia pelle dovrò aggiungere una cremetta dopo. Un abbraccio. Laura

  3. Roberta says:

    Ciao Dorothy e bentornata!
    Sono davvero contenta di poter tornare a leggere le tue preziose rubriche pregne di utilissime informazioni, mi sono davvero mancate in questi anni! Volevo chiederti se tra i prodotti citati in questa routine ce ne sono alcuni da poter utilizzare in gravidanza (non sono ancora incinta, ma tra un po’ avrei intenzione di cercarla). In particolare mi interessavano Jalus C, antiox Eterea (già utilizzato e adorato in passato) e la protezione solare. Riguardo alla protezione solare mi chiedevo se quelle della Ultrasun (provate e molto apprezzate, in particolare la protezione colorata), avendo filtri chimici, sono sicure o è meglio optare per protezioni a soli filtri fisici (es. mi ero trovata bene con Etude Sun). Grazie mille per i chiarimenti che vorrai darmi!
    P.S. Per caso, tra i tuoi futuri progetti/articoli, hai mai pensato anche a una rubrica dedicata al tema gravidanza?

    • Dorothy says:

      Ciao Roberta, grazie mille di cuore per l’affettuosa accoglienza e per essere rimasta a leggermi!
      I cosmetici sicuramente da evitare in gravidanza, a scopo più cautelativo che per un’effettivo rischio di accumulo sistemico e danni, sono i retinoidi e quelli carichi di oli essenziali.
      I tre prodotti che ti interessano non pongono problemi per l’eventuale gravidanza, ma bisogna sempre essere pronti all’insorgenza di allergie o intolleranze durante i mesi di tempesta ormonale, che purtroppo a volte giocano brutti scherzi.
      Per questo motivo durante la gravidanza si tende a consigliare formule molto semplici, con attivi isolati rispetto ai minestroni di estratti vegetali multifunzione, e spesso con zero profumazione.
      Si tratta di limitazioni che comunque non hanno senso prima dell’effettivo test positivo.

      Il solare di Etude House era davvero meraviglioso, peccato che ultimamente sia introvabile sui siti più conosciuti ad un prezzo onesto.
      Tuttavia, Ultrasun è su un altro pianeta in termini di sicurezza, per quanto la texture sia ben diversa.
      Non consiglio però le protezioni colorate, si finisce sempre per applicarne meno del dovuto e in modo poco uniforme.

      Per ciò che concerne i filtri, la cosa più importante non è tanto scegliere tra solo minerale oppure mix sintetico/minerale (quest’ultimo è più affidabile per l’effettiva esposizione al sole, ma vanno bene entrambi), quanto verificare che i prodotti contengano conservanti sicuri, pochi ingredienti e, se possibile, zero profumazione.
      A presto!
      Dorothy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.