Oz-naturals-siero-retinolo-pro-retaxinol-opinione-recensione-inci

OZ NATURALS – Pro-Retaxinol 2.5™ serum – opinione e INCI

siero PRO-retaxinol oz naturals – caratteristiche

    • Cos’è – siero antiage
    • Cosa promette – combatte i danni ossidativi dell’esposizione solare e migliora spessore, elasticità e compattezza cutanea, senza irritare
    • Prezzo / quantità – 30 ml per circa 35 euro
    • Descrizione – flacone in plastica spessa, tipo vetro scuro, con erogatore a pressione da inserire alla prima apertura in sostituzione del sigillo.

Oz-naturals-siero-retinolo-pro-retaxinol-opinione-recensione-inci

valutazione

💖 Eccellente – formulazione ecobiologica, ottimi funzionali, utilizzo piacevole

a chi lo consiglio?

NON fa per te se sei allergica a uno qualsiasi dei componenti del prodotto (occhio ai conservanti, ne parlo dopo), oppure se hai meno di 25 anni.
In tutti gli altri casi, il pro-Retaxinol serum di Oz Naturals è adattabile a qualsiasi tipologia cutanea che necessiti di combattere i segni di invecchiamento cutaneo.

dove si compra?

– online qui

recensione d’uso

Siero-retinolo-oz-naturals-opinione-recensione-pro-retaxinol-inci

Il primo impatto col Pro-Retaxinol serum riguarda la salvaguardia dei suoi attivi: il prodotto non arriva già dotato di erogatore a pressione, che potrebbe far passare un po’ d’aria e compromettere la funzionalità degli antiossidanti contenuti in formula, ma ben chiuso con un tappo che sigilla perfettamente il flacone.
L’erogatore va inserito alla prima apertura, dalla quale consiglio un utilizzo entro 6 mesi.
Trattandosi di un prodotto statunitense, infatti, riporta solo la data di scadenza che si riferisce alla validità del prodotto chiuso, ma non il PAO, il numero di mesi che il prodotto dura una volta aperto, richiesto solo in Unione Europea.

Il siero Pro-Retaxinol si presenta come un gel fermo per quanto non molto denso, praticamente inodore e vagamente rossastro, a causa dell’astaxantina antiossidante presente in formula. Una presentazione del tutto anonima, che si sposa bene con l’intento prettamente funzionale del siero.
L’applicazione è intuibilmente semplice, ma come sempre consiglio di inumidire prima la pelle col tonico per favorire un’immediata idratazione cutanea e facilitare l’assorbimento del siero, che altrimenti tende ad assorbirsi ed asciugarsi con maggiore lentezza.

Diversamente da molti prodotti formulati con elevate percentuali di retinolo, OZ Naturals ha formulato questo siero per avere un livello di irritazione molto basso, permettendo buoni risultati, per quanto non paragonabili all’applicazione di retinoidi fermaceutici, anche su pelli molto sensibili.
All’uso si è rivelato, in effetti, uno dei pochi sieri con retinolo con cui non ho riscontrato nè rossori nè fastidi, ma contemporaneamente è stato necessario un uso più prolungato per poterne apprezzare le qualità.
Sulla pelle grassa, addirittura si può riscontrare un moderato calo dell’oleosità poichè la vitamina A agisce anche riducendo la dimensione delle ghiandole sebacee.
Se hai la pelle a tendenza secca o disidratata, potresti tuttavia riscontrare maggiore aridità e fastidio, perfettamente normali, che possono essere arginati con la scelta di una crema più nutriente del normale.
Tra tutte le creme con cui l’ho abbinato durante i due mesi di test, ce n’è stata una con cui il Pro-Retaxinol ha mostrato un’inaspettata affinità, dando un effetto rimpolpante sul viso immediato, eccellente idratazione e un colorito luminoso e omogeneo già la mattina successiva: la crema Jalus Oligo Filler Fitocose (questa) della quale spero di riuscire a scrivere presto la dovuta recensione.

Trattandosi di un siero antiage che unisce antiossidanti e vitamina A, abbiamo sia un’attività preventiva, che non è strettamente verificabile se non valutando come si mantiene la pelle nel tempo, ma anche una buona arma contro i danni già presenti.
I risultati non sono drastici, ma un uso costante come siero rigorosamente serale permette di apprezzare una texture piu fine, una minore permanenza e profondità delle linee d’espressione e maggiore tono cutaneo generale.

In conclusione, il siero Pro-Retaxinol di OZ Naturals è senza dubbio promosso e ha tutte le carte in regola per soddisfare una fetta di pubblico molto ampia.
Se decidi di provarlo, solo una raccomandazione: di giorno è TASSATIVA la protezione solare. Alta. Tutti i giorni.
Altrimenti si rischia di avere più danni che benefici, considerando che durante i trattamenti con la vitamina A il corneo, lo strato più superficiale della pelle, si assottiglia e rende più vulnerabili all’azione distruttiva dei raggi UVA gli strati sottostanti di cellule vive e delicatissime.

    • Funziona?

Senza dubbio, si.

    • Cosa mi è piaciuto

La formulazione con attivi mirati, efficaci, dermocompatibile e totalmente ecosostenibile

    • Cosa NON mi è piaciuto

Peccato per i conservanti utilizzati, che escludono gli allergici a queste sostanze, e per l’assenza del PAO.

analisi inci – ingredients list

Inci-oz-naturals-pro-retaxinol-siero-retinolo-opinione-recensione

Guardando l’inci di questo siero OZ Naturals si scopre immediatamente il perchè la sua consistenza sia così ferma, quasi gelatinosa: è stato addensato con della gomma xantana, un addensante ecobio utilizzato senza indugi anche da chi produce cosmesi fai-da-te, ma che forma dei gel un pochino “rudimentali” a livello di gradevolezza d’uso.
La formulazione non si perde in fronzoli, tanto da essere praticamente assente qualunque accortezza sensoriale e da farci trovare subito i due attivi protagonisti:

vitamina A (retinol), sostanza a cui viene riconosciuta attività anti age anche a livello medico, grazie alla sua attività di riprogrammazione genica che ripara i danni al DNA cellulare causati dal fotoinvecchiamento, portando ad una funzionalità globale sui danni alla pelle.
Astaxantina, uno dei più potenti antiossidanti conosciuti, qui ricavato da un alga (haematococcus pluvialis); la sua attività permette di contrastare i radicali liberi, che causano gravi danni distruttivi al collagene e alla barriera cutanea, e di ridurre la fotosensibilità della pelle.

Accanto all’astaxantina, agiscono da antiossidanti di supporto la vitamina E ed i vari estratti vegetali di rosa canina e the verde, mentre glicerina e acido ialuronico provvedono a fissare idratazione negli strati superficiali della pelle.
Amamelide e camomilla risultano invece utili ad una minima azione lenitiva, sempre gradita in ogni cosmetico.

Unico, marginale difetto è invece la scelta dei conservanti del siero Pro-Retaxinol: potassium sorbate e sodium benzoate, due molecole perfettamente ecobio che per tanti anni sono state usate senza problemi nell’industria alimentare, ma che hanno iniziato a mietere reazioni allergiche da quando sono entrati nella cosmesi naturale.
A riprova di quanto la nostra pelle sia talvolta più delicata dell’apparato digerente.
Ovviamente, se non hai mai avuto problemi con queste due sostanze, è improbabile iniziare ad averli adesso.

    • Bioecocompatibile? Si
    • Certificato ecobio? No, ma la confezione dichiara 99.9% natural (inteso come derivante da fonti vegetali)
    • Vegan? Si
    • Per allergici? senza profumazione, ma l’utilizzo su pelle sensibile è da valutare caso per caso

Dorothy Danielle 🌸

[wysija_form id=”1″]

40 pensieri su “OZ NATURALS – Pro-Retaxinol 2.5™ serum – opinione e INCI

  1. Marisa says:

    Ciao Dorothy ti seguo sempre con interesse, volevo chiederti se trovi ancora valido atttare questo trattamento al retinolo ( a patto di trovare la vecchia formulazione) in abbinamento con la crema che qui menzioni di Fitocose o ritieni più adatti i nuovi prodotti al retinolo di the ordinary?
    Sono indecisa con quale partire per cominciare un trattamento al retinolo? Forse questo di OZ Naturals è più completo per gli antiossidanti?
    Grazie Marisa

    • Dorothy says:

      Ciao Marisa,
      Confermo senza dubbio la valutazione data a questo prodotto, e anche la nuova formulazione è valida.
      Questo di OZ Naturals è però un gel a base d’acqua difficilmente comparabile con le formule The Ordinary che sono a base oleosa e ci danno una percentuale precisa di retinolo: il livello di penetrazione degli attivi è completamente diverso.
      Siccome in questo caso la dose di retinolo assorbita è senza dubbio inferiore, si tratta di una formula meno irritante che può essere utilizzata per iniziare ad abituare la pelle alla vitamina A.
      Allo stesso modo anche nel range The Ordinary ci sono prodotti livello base (i Granactive Retinoid in squalane sono delicatissimi) e a quel punto diventa davvero una questione di preferenza personale.
      Gli antiossidanti e il potere idratante del siero Pro-retaxinol sono ulteriori caratteristiche positive che si possono tenere in considerazione nella costruzione della propria skincare serale, mentre un olio siero ha altri benefici.
      Di sicuro non partirei come primo approdo con The ordinary Retinol 1%, perchè picchia abbastanza, ma per il resto è un po’ come dover decidere tra mele e pere quale sia il frutto migliore.
      Buona serata, a presto!
      Dorothy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.